Ricerca: studi Cattolica Campobasso a Congresso Radioterapia

CAMPOBASSO – Ventuno ricerche cliniche
compiute dal Centro di alta tecnologia del Molise dell’
Universita’ ”Cattolica” di Campobasso sono state presentate al
Congresso nazionale di radioterapia di Napoli.
   Tra questi studi, alcuni hanno riguardato le possibili
applicazioni della innovativa tecnica ”VMAT”, che nelle
valutazioni ‘pilota’ presentate, in grado di poter migliorare i
risultati terapeutici nei tumori del pancreas, del retto, della
pleura e dell’utero. Altri hanno documentato la possibilita’ di
incrementare l’effetto delle terapie grazie all’impiego di
trattamenti integrati radiochemioterapici (tumori del cervello,
dello stomaco, del distretto otorinolaringoiatrico e del retto).
   Uno degli studi, in particolare, ha dimostrato la potenziale
efficacia di un trattamento del tutto innovativo, basato sulla
somministrazione di piccole dosi di radiazioni in associazione
alla chemioterapia.
   Questa combinazione di terapie – spiegano dalla Cattolica –
appare particolarmente promettente, dal momento che le
radiazioni sono impiegate a bassissimo dosaggio, e quindi senza
causare alcun tipo di disturbo per il paziente. Nello stesso
tempo, pero’, queste piccole dosi sono in grado di incrementare
la sensibilita’ delle cellule tumorali alla chemioterapia,
aumentandone quindi l’efficacia.
   Altre ricerche, infine, hanno riguardato la possibilita’ di
migliorare la qualita’ della vita dei pazienti oncologici.
Questo miglioramento e’ stato ricercato sia sperimentando
trattamenti particolarmente brevi, che riducono quindi la
necessita’ di trasferimenti dei pazienti, sia riduc o i
sintomi causati dal tumore in fase avanzata, grazie all’impiego
di tecniche e terapie in grado di ridurre il rischio e la
gravita’ degli effetti collaterali che la radioterapia puo’
causare.


Articoli Correlati