Riparte Catana, unico centro italiano di adroterapia

CATANIA – E? nuovamente operativo a Catania il Centro di adroterapia e applicazioni nucleari avanzate – il CATANA – specializzato nel trattamento di pazienti affetti da melanoma oculare, un tumore maligno dell?occhio particolarmente aggressivo. Il centro ha ripreso a funzionare a pieno regime la scorsa settimana con il trattamento di 13 nuovi pazienti. Le attivit? erano state sospese lo scorso giugno per manutenzione. Da ora in avanti, ogni due mesi circa, i laboratori nazionali del Sud metteranno a disposizione dell?azienda Policlinico dell?Universit? degli Studi di Catania il fascio del ciclotrone superconduttore per una settimana. Catana, attivo gi? dal 2002, ? l?unico centro clinico operativo in Italia e si avvale del ciclotrone superconduttore, l?acceleratore di particelle dei laboratori nazionali del sud dell?Istituto nazionale di fisica nucleare. Dal 2002 al giugno 2007 si sono sottoposti alla terapia 151 pazienti provenienti da tutta Italia con una percentuale di successo, cio? di remissione della malattia, pari al 95[%]. La scorsa settimana hanno beneficiato del trattamento altri 13 pazienti. L?adroterapia ? una terapia oncologica per il trattamento di tumori localizzati  sviluppata nell?ambito della fisica degli acceleratori che consente di minimizzare il danno prodotto ai tessuti sani circostanti. L?Istituto nazionale di fisica nucleare ? all?avanguardia in Italia per la tecnologia e le competenze in questo settore. Sfruttando i fasci di adroni emessi dall?acceleratore di particelle il tessuto tumorale viene irraggiato in maniera molto più selettiva di quanto ottenibile con gli altri sistemi di radioterapia oggi disponibili. Nelle sedute di radioterapia tradizionale, infatti, le cellule tumorali sono bombardate con un fascio di raggi x che ?brucia? le cellule malate ma distrugge anche quelle circostanti. Al contrario, gli adroni sparati dal fascio dell?acceleratore rilasciano la maggior densit? di energia direttamente sul bersaglio, proprio l? dove si trova il tumore, risparmiando i tessuti sani che lo circondano. L?efficacia clinica degli adroni ? identica a quella dei raggi X ma risparmiano meglio i tessuti sani. Per questa ragione l?adroterapia ? particolarmente indicata nel trattamento di tumori che si trovano in prossimit? di organi importanti: nell?occhio, alla base del cranio o lungo la spina dorsale. 


Articoli Correlati