Sanita’: ”un calcio alla solidarieta’ ” per neurofibromatosi

BOLOGNA – Comici, sportivi e musicisti in campo per la solidarieta’: accadra’ domani pomeriggio nel campo Lunetta Gamberini di Bologna per dare ‘Un calcio alla solidarieta” a favore dell’associazione onlus ‘Io ci sono’, che da quattro anni si occupa di ricerca nel campo della neurofibromatosi, una malattia genetica rara per la quale ancora non c’e’ cura.
Scenderanno in campo i Veterani Bologna Fc 1909, la squadra dei giornalisti sportivi, i ‘ragazzi della notte’ e i comici che da sempre sostengono ‘Io ci sono’, tra cui Leonardo Manera, Malandrino e Veronica, i Gemelli Ruggeri. Tutto il ricavato della giornata andra’ a finanziare l’istituzione della terza borsa di studio per la ricerca sulla malattia. Quest’anno, poi, l’associazione vuole accendere i riflettori su un altro problema, il raggiungimento del 18/o anno di eta’. Una volta maggiorenni, infatti, per questi ragazzi non e’ piu’ previsto un percorso ad hoc, ne’ il sostegno delle strutture pubbliche.
La neurofibromatosi colpisce circa 20.000 persone in Italia e un milione e mezzo in tutto il mondo. Puo’ causare ritardo montale, epilessia, puberta’ anticipata, ipertensione, scoliosi e fratture ossee spontanee nella sua forma meno grave, la NF1, mwntre la forma piu’ grave, la NF2, porta alla formazione di neurofibromi, veri e propri tumori che colpiscono i nervi, per cui l’unica forma di terapia e’ l’intervento chirurgico.


Articoli Correlati