Sant?Orsola Bologna, molecola combatte 3 killer bimbi

BOLOGNA – Una risposta ad alcuni tumori pediatrici, i medulloblastoma, il neuroblastoma e il rabdosarcoma, potrebbe arrivare da Bologna, dove l?equipe di oncologia pediatrica del policlinico Sant?Orsola sta sperimentando una nuova terapia con risultati piu? che incoraggianti. Si tratta di una molecola, detta Pna, in grado di eliminare un gene difettoso, evitando che questo si riproduca in futuro. ?Ha un?efficacia quasi del 100[%] su alcuni tumori e non ha gli effetti collaterali pesanti della radioterapia?, ha spiegato Francesco Tonelli, lo studioso che sta coordinando il progetto. Quello bolognese e? il primo tentativo di studiare direttamente una terapia dedicata ai tumori pediatrici che, come ha ricordato Tonelli, ?sono di natura spesso completamente diversa da quelli degli adulti?.  Tonelli e i suoi collaboratori, hanno scelto una via che aggredisce subito la molecola ?malata? ed elimina il rischio di recidivita?: ?Si tratta di una molecola, detta Pna, che blocca il gene difettoso ed elimina il rischio che possa riprodursi in un futuro?. La sperimentazione, che va avanti dal 2000, ha portato a risultati incredibili: ?Siamo vicini al 100[%] di successi?, ha aggiunto Tonelli secondo il quale la sperimentazione dovrebbe durare almeno altri 18 mesi e che tra i tumori pediatrici ha citato, appunto, il medulloblastoma, il neuroblastoma e il rabdosarcoma. Proprio la commercializzazione potrebbe diventare un problema, visto il pericolo che le case farmaceutiche ?tengano nel cassetto la terapia fino a che il mercato non sia abbastanza grande da renderla commercialmente appetibile?. Per questa ragione, si sta ragionando di affidare la Pna a ditte che sviluppano solo farmaci orfani, cioe? dedicati a patologie rare o non ancora curabili.  I tumori pediatrici colpiscono ogni anno in Europa circa 12.000 bambini, di cui solo 1.400 in Italia. Di questi, solo due terzi rispondono in maniera efficace alle terapie. I medici italiani guideranno alcune reti di ricerca tra studiosi europei nel campo dei tumori pediatrici. Proprio l?Italia, come la maggior parte dei paesi ispanici e latini, e? una delle regioni piu? colpite dai tumori pediatrici, la cui origine e? solo genetica e non legata alle condizioni ambientali: ?Capire perche? colpisce solo certe razze e? la direzione verso cui puntare la nostra ricerca?, ha concluso Pession.


Articoli Correlati