Scuola, Gelmini apre anno con alunni-pazienti al “Gemelli”

ROMA – E’ ufficialmente partito dal policlinico Agostino Gemelli il nuovo anno scolastico: ad inaugurarlo il ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini.  “Sono lieta di iniziare l’anno scolastico da qui – ha detto Gelmini – l’anno scorso ero in un carcere minorile, questo e’ un contesto diverso ma dove non manca la sofferenza. Mi sembrava giusto dare un segnale di vicinanza al Gemelli che riesce a garantire due diritti egualmente importanti: quello alla salute e quello allo studio”. Proprio il Policlinico Agostino Gemelli e’ stato infatti uno tra i primi ospedali italiani ad avviare negli anni ’70 il progetto per la scuola in ospedale, che oggi e’ diventata una realtà. Secondo quanto riferito, sono circa 350 alunni-degenti che frequentano ogni anno la scuola al Gemelli .  “La mia speranza – ha detto Gelmini – e’ che la buona pratica del Gemelli sia seguita anche in altri contesti”. Alla presenza del magnifico rettore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Lorenzo Ornaghi, che ha sottolineato come “il cuore della scuola sia il rapporto tra chi educa e chi viene educato”, il ministro ha poi premiato il giovanissimo studente vincitore del concorso “Un ospedale con più sollievo”. Angelo, questo il nome dell’undicenne vincitore, per la troppa emozione non ce l’ha fatta a leggere la sua poesia di fronte alla platea e ha lasciato che a farlo fosse un suo compagno. “Sono un bambino, anche se malato, sono un bambino” recita la poesia premiata con una borsa di studio consegnata dal ministro Gelmini allo studente attualmente in terapia per una forma di leucemia.


Articoli Correlati