Sostegno a Peter Pan dall’Associazione “Noi, briciole Onlus”

In seguito alla realizzazione di un progetto benefico inaugurato il 25 ottobre 2008, ovvero la pubblicazione del ricettario “Servire qualcosa di buono”, alla data del 1 giugno 2009 l’Associazione “Noi, briciole Onlus” ha donato rispettivamente a Peter Pan onlus (12.000 euro  sostegno case d’accoglienza) e ad Amref (6.500  euro vaccinazioni bambini in Africa).

Il testo si articola in tre parti. La prima sezione è interamente dedicata alle regioni italiane con le relative ricette e proverbi autentici dei vari posti. Il lettore avrà così la possibilità di muoversi lungo la penisola attraverso viaggi culinari molto interessanti. Nella seconda sezione “Nuove e vecchie Italie” Noi, briciole Onlus ha voluto dar voce ai quattro principali gruppi immigratori presenti ad oggi in Italia che sono: albanese, rumeno, marocchino e cinese. Gesto che vuole evidenziare la volontà di integrazione, scambio e di dare un peso specifico al loro influsso e alle loro tradizioni tanto linguistiche quanto gastronomiche. Per quanto riguarda le “Vecchie Italie” il lettore avrà a disposizione l’Istria  e la Corsica per ricordare soprattutto cosa è rimasto ancora di italiano in quei luoghi nella loro tradizione attuale. Il nostro testo si conclude con la sezione dove alcuni volontari hanno descritto luoghi nostrani in modo soggettivo e particolare. Testimonial dell’opera è Beppe Bigazzi, con il quale il presidente Pino Macrì apre il volume dedicandogli una particolare intervista itinerante ambientata nella sua cara terra d’origine, la Toscana.

Che dire: un grande Grazie a queste piccole grandi Briciole!!!

 

La storia di “NOI, BRICIOLE – ONLUS

Dal 2002 “Noi, briciole” si occupa prevalentemente di sostegni a distanza infatti hanno già “adottato”, attraverso l’OPAM,  cinque bambini del Terzo Mondo ed un villaggio africano di 72 abitanti. L’avventura è iniziata in sordina, con appena 7 soci attivi ed una piccola bimba sudamericana adottata.
In pochi anni, sempre in collaborazione con l’Opam, oltre ai bimbi a distanza (euro 7987,00), hanno aiutato un istituto   di   piccoli   sieropositivi  in  India,  spedito 7500 biscotti multi – vitaminici e v uto  200 calendari per finanziare con 2.500,00 euro, il 50% di un progetto per i gemellini abbandonati in Guinea Bissau, promosso con 1.300,00 euro l’attività degli insegnanti, permettendo loro di lavorare in svariati villaggi del Terzo mondo.
Con la prima raccolta poetica, uscita nel 2004 ed ancora oggi disponibile, sono riusciti a raccogliere 7.000,00 euro sostenendo (sempre con l’Opam) direttamente le popolazioni colpite dalla tragedia dello tsunami.
Nel dicembre 2006 hanno realizzato il secondo libro di poesie e racconti. Le offerte raccolte (fino a dicembre 2007 euro 25.400,00), attraverso questa nuova pubblicazione, sono andate totalmente alla nostra Associazione.
Questi per sommi capi, i traguardi raggiunti da “Noi, briciole” dal 2002 a tutto il 2007, obiettivi che speriamo possano continuare a stimolare tanti ragazzi o quasi, nel coltivare ancora a lungo, un sogno comune. Il 14 marzo 2008 hanno fondato l’Associazione “Noi, briciole Onlus” eleggendo gli organismi che lo statuto prevede. Consapevoli del grande “passo” che l’ex piccolo gruppo (ora associazione) ha fatto, vogliono comunque rimanere ancorati ai vecchi principi che hanno ispirato la creazione di “Noi, briciole” cioè aiutare, con tutte le loro forze, chi è stato più sfortunato.
Il 25 ottobre 2008 hanno inaugurato il nuovo progetto benefico legato alla pubblicazione del ricettario “Servire qualcosa di buono”. Alla data del 1 giugno 2009 sono stati conseguiti i seguenti risultati: versati rispettivamente a Peter Pan onlus (12.000 euro  sostegno case d’accoglienza) e ad Amref (6.500  euro vaccinazioni bambini in Africa).

In occasione del sisma avvenuto in Abruzzo nell’aprile 2009 hanno attivato un progetto straordinario e alla data del 16 dicembre 2009 hanno inviato alle Suore Zelatrici che gestiscono la casa Famiglia di San Gregorio presso l’Aquila 5.250,00 euro.
In occasione del sisma avvenuto ad Haiti nel gennaio 2010 hanno attivato un nuovo progettostraordinario e alla data del 9 giugno 2010 hanno inviato alla Fondazione Francesca Rava cheopera nell’isola 4.350,00 euro.
Il 6 aprile 2010, hanno donato 15.000,00 euro alla fondazione Bambin Gesù di Roma per l’acquisto di un Fiat Doblò trasporto sangue.
Il 10 maggio 2010, donano 2.000,00 euro, per il progetto in India  “la fabbrica dei talenti” alla ABChildren ity onlus.
Il 2 luglio 2010 ad Amref euro 2.500,00 per costruzione scuola in Kenia.
Il 28 ottobre  2010 ad Amref euro 4.000,00 per costruzione scuola in Kenia.
Il 12  gennaio 2011 ad Amref euro 8.500,00 per costruzione scuola in Kenia.

www.noibriciole.net

 

 


Articoli Correlati