Studio USA, oncologi trascurano rischi fertilita? giovani pazienti

ORLANDO ? I numeri sono chiari: gli oncologi, almeno quelli americani, trascurano
i rischi per la fertilit? dei giovani malati. Se molti ne parlano con i pazienti, solo un quarto indirizza il malato a un centro di medicina riproduttiva o gli fornisce materiale informativo. E molti non sono consapevoli delle linee guida relative alla difesa della fertilita’ per i malati di cancro. E’ quanto emerge da uno studio su 1.979 oncologi Usa. ”Mandiamo i pazienti a prendere delle parrucche prima che perdano i capelli durante la chemio, diamo loro farmaci anti-nausea, ma ? essenziale parlare di eventuali problemi di fertilit?”, sottolinea Gwendolyn Quinn, del Research Institute di Miami, intervenendo al meeting dell’Asco (American Society of Clinical Oncology) in corso a Orlando (Usa). Ma gli specialisti non sono tutti uguali. Se i ginecologi e gli oncoematologi sono piu’ inclini alla trasparenza e all’informazione, meno del 25% dei medici intervistati ha inviato una sua paziente a uno specialista della fertilita’, concludono gli autori.


Articoli Correlati