RENZI INTERPRETA STORIA PER BAMBINI PER MEYER

FIRENZE – Un bambino e una gattina, Ugo e Tea, con le loro avventure faranno compagnia ai piu’ bambini nel prossimo Natale portandoli alla scoperta di mondi magici e insegnando loro sempre qualcosa di nuovo per aiutare il prossimo. Le loro storie si possono leggere o ascoltare, con le voci prestate da vari artisti e anche dal sindaco di Firenze Matteo Renzi. E’ questa l’idea ‘regalo’, all’insegna dell’amicizia e solidarieta’ di ‘Noi per Voi per il Meyer’, l’associazione di genitori contro le leucemie e i tumori infantili.    All’interno dell’audio-libro c’e’ anche una storia interpretata nella lingua dei segni il cui video potra’ essere visto grazie a un QR Code. Oltre a Renzi le venti storie, create da venti scrittori e altrettanti illustratori, sono interpretate, tra gli altri, da alcuni artisti di Zelig, Colorado, Radio Due, Radio DJ, Cielo e non solo.    L’audio-libro ‘Le storie di Ugo e Tea’ e’ disponibile sul sito dell’associazione ‘Noi per Voi per il Meyer Onlus’ con un’offerta minima di 20,00 euro. I fondi serviranno a finanziare lo studio pilota per il trattamento dei tumori del sistema nervoso centrale ‘SNC poor responder’ dell’eta’ pediatrica che non rispondono ai protocolli terapeutici attualmente in uso.    Il progetto e’ stato realizzato grazie al patrocinio della Regione Toscana, del Comune di Firenze, dell’Ospedale Meyer e di Confindustria Firenze e con il sostegno di Zelig Ethic e di altre realta’ del mondo dello spettacolo, della moda e del design.

CONVEGNO SUI TUMORI DEI BAMBINI AL MEYER

Scaramuccia: “Alleanza fra istituzioni e famiglie per garantire il massimo”
“Assistenza formazione ricerca: le nuove frontiere per la lotta contro i tumori solidi infantili”: questo il titolo del convegno organizzato da Associazione “Noi per Voi per il Meyer Onlus”, in collaborazione con Fiagop (Federazione italiana associazioni genitori oncoematologia pediatrica), Aieop (Associazione italiana ematologia oncologia pediatrica), Azienda ospedaliera Meyer, che si è tenuto oggi nell’Aula Magna dell’Ospedale Meyer di Firenze.
Al convegno ha partecipato stamani l’assessore al diritto alla salute della Regione Toscana, Daniela Scaramuccia.
 “Ogni anno in Toscana – ha ricordato l’assessore – da 80 a 90 bambini hanno una diagnosi di tumore, in Italia si arriva a 1800 casi all’anno.
Nonostante si sia riusciti a stabilizzare questi numeri (tecnicamente si rientra nel novero delle “patologie rare”) e anche a ridurli – ha continuato Scaramuccia – grazie ad una rete di diagnosi e cura che ha il suo fulcro nell’ospedale pediatrico Meyer di Firenze, per questi bambini e per le loro famiglie è irrinunciabile garantire il massimo della qualità nella terapia e nei servizi di diagnosi e il sostegno alla ricerca.
E per questo è fondamentale continuare a lavorare, e implementare, il sistema a rete, che vede il Meyer come centro di riferimento regionale, ma anche nazionale (il 40% dei casi arrivano da fuori regione), al quale contribuisce tutto il sistema toscano, e che comprende le istituzioni, i tecnici e le associazioni di genitori.
Rafforzare questa alleanza – ha osservato Scaramuccia – fra amministrazione, professionisti e mondo delle associazioni, pur nella diversità dei ruoli, è la chiave per garantire sempre di più interventi appropriati e ricerca avanzata.
Oggi – ha concluso l’assessore regionale – 2 bambini su 3 possono guarire e questi numeri possono e devono migliorare. E per questo è fondamentale investire sulla qualificazione dell’offerta, e garantire ricerca e assistenza avanzata.
Un campo questo dove la Regione è impegnata e dove le associazioni dei genitori e del volontariato svolgono un ruolo fondamentale, garantendo non solo sostegno economico, ma sensibilizzando la popolazione e offrendo supporto alla cura e alla ricerca stessa.”
Al convegno ha inviato un messaggio anche il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi.
Regione Toscana

Fonte: met.provincia.fi.it – 29.10.11