Tumore al timo rimosso ad un bambino Intervento in laparoscopia alle ‘Scotte’.

L’operazione è stata eseguita dall’equipe di chirurgia pediatrica, diretta da Mario Messina, coadiuvato da Stephan Vallà dell’ospedale di Nizza e con il sostegno dell’anestesia, diretta da Pasquale D’Onofrio
A coordinare l’operazione è stato il professor Mario Messina della chirurgia pediatricaAsportazione di un tumore al timo, con tecnica laparoscopica, su un bambino di 8 anni al policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena. E’ il primo caso in Toscana e uno dei pochissimi effettuati in Italia, spiega l’Azienda ospedaliera universitaria senese. L’operazione è stato eseguita dall’equipe di chirurgia pediatrica, diretta da Mario Messina, coadiuvato da Stephan Vallà dell’ospedale di Nizza e con il sostegno dell’anestesia, diretta da Pasquale D’Onofrio, e del personale infermieristico della piastra operatoria. Il bambino, della provincia di Arezzo, è già stato dimesso e sta bene. Il piccolo paziente, spiega sempre l’Aou, aveva un tumore della ghiandola timica che svolge un importante ruolo nella regolazione del sistema immunitario, localizzata nel torace, subito al di sotto dello sterno, e che appoggia sulla membrana pericardica che avvolge il cuore. Il timo aveva una grandezza di circa 7 cm e l’intervento tradizionale sarebbe stato molto pesante e invasivo a causa dell’apertura dello sterno. Il tumore è stato asportato praticando 3 piccoli fori da 5 millimetri sul torace. «Abbiamo aggredito il tumore dalla parte sinistra – spiega Messina – isolando completamente un polmone. In un foro abbiamo inserito la telecamera e negli altri due le pinze per lavorare e asportare il timoma completamente. I vantaggi della laparoscopia sono tantissimi – conclude Messina – ma posso dire che in questo caso questa tecnica ha permesso al bambino di tornare ad una vita serena senza il trauma di un intervento che sarebbe stato massimamente invasivo e di cui avrebbe portato i segni per tutta la vita».

20.10.2011