Tumori, in Italia si ammalano 1.380 bambini e 780 adolescenti ogni anno

Ogni anno in Italia circa 1.380 bambini e 780 adolescenti si ammalano di tumore, pari a 164 casi per milione di bambini e 269 casi per milione di adolescenti. Per informare e aumentare la consapevolezza sulle neoplasie nei più piccoli, il 15 febbraio si celebra la XIV Giornata mondiale contro il cancro infantile. L’iniziativa è stata ideata da Childhood Cancer International (Cci), la rete mondiale di 181 associazioni locali e nazionali, guidate da genitori, provenienti da 90 Paesi e 5 continenti. L’obiettivo è esprimere sostegno ai bimbi e teenager colpiti da patologie così gravi e alle loro famiglie.
Il 15 febbraio, alle 11, in numerose città italiane si lanceranno in aria dei palloncini da ospedali, scuole, piazze coinvolte nell’iniziativa della Fiagop (Federazione italiana associazioni genitori oncoematologia pediatrica), per simboleggiare l’unione e la speranza nella lotta contro questi tumori dell’infanzia.
Secondo gli esperti, i tassi d’incidenza in Italia sono ancora relativamente elevati, se paragonati a quelli registrati negli Stati Uniti e nei Paesi dell’Europa settentrionale. Un dato incoraggiante – riporta il sito del ministero della Salute – è che l’aumento dell’incidenza dei tumori infantili registrato in Italia fino alla seconda metà degli anni ’90 si è arrestato. Nell’ultimo decennio l’andamento dell’incidenza di tutti i tumori maligni nei bambini (0-14 anni) è stazionario. Negli adolescenti (15-19 anni), al contrario, l’incidenza di tutti i tumori maligni è aumentata in media del 2% l’anno soprattutto nelle femmine (+2%), per lo più linfomi di Hodgkin, mentre in entrambi i sessi si registra un aumento dei tumori della tiroide (+8%).
Grazie alla ricerca biologica e clinica e all’uso di protocolli cooperativi nazionali e internazionali sempre più efficaci, la probabilità di guarigione in oncoematologia pediatrica, che negli anni ’70 era inferiore al 40%, supera attualmente l’80%. Purtroppo – ricorda il ministero della Salute – occorre sottolineare che, mentre in alcune patologie la sopravvivenza supera il 90% dei casi, in altre i risultati sono molto inferiori: su queste occorre intensificare l’impegno e la ricerca scientifica.
In occasione della Giornata contro il cancro infantile, la Fiagop, con l’Associazione italiana ematologia oncologia pediatrica e l’Associazione siciliana contro le leucemie e i tumori dell’infanzia, ha promosso oggi a Palermo il convegno ‘Guarire tutti!’. Inoltre, il 20 febbraio almeno 1.000 persone tra bambini e ragazzi malati di tumori e leucemie, accompagnati dalle loro famiglie e da volontari, saranno ricevuti in udienza da Papa Francesco.
A livello internazionale, Fiagop aderisce alla campagna ‘child4child’, un’iniziativa promossa dalla Cci, che invita tutti i bambini e ragazzi del mondo a unire le proprie voci a sostegno dei piccoli ammalati di cancro. Con la canzone ‘We are one’ si vuole rendere omaggio a tutti i bambini e in particolare a quelli impegnati nella coraggiosa lotta contro il cancro. La canzone è stata scritta da Christophe Beck, il compositore conosciuto per aver scritto Frozen, colona sonora del famosissimo film della Disney.

adnkronos 12.02.2016