Teatro: a Firenze ?Il Malatino?, un musical dedicato ai bambini ? Torna il progetto musicale di Beppe Dati per finanziare una residenza per piccoli degenti

FIRENZE – Uno spettacolo che racconta il mondo visto con gli occhi dei bambini che vivono l’esperienza della malattia, e’ il musical firmato Beppe Dati che andra’ in scena a Firenze, presso il Teatro di Rifredi, domani, venerdi’ 4 maggio, alle ore 19. L’evento, voluto dallo Studio A.i.p. (Associazione di Infermieri e Professionisti sanitari) in occasione del ventennale dalla fondazione, ha lo scopo di raccogliere fondi destinati alla realizzazione di un residence per bambini malati di tumore e di leucemia. Una struttura dove i piccoli degenti del Centro di Onco-Ematologia Pediatrica della Clinica Pediatrica 1 dell’Universita’ di Pisa, non solo potranno ricevere le cure necessarie ma potranno godere anche della vicinanza delle loro famiglie, anch’esse accolte all’interno del residence. ”La collaborazione con Beppe Dati e’ nata dal fatto che quest’anno la nostra associazione si e’ occupata in maniera particolare dei bambini – spiega Marco Ferrotti, amministratore dello Studio A.i.p.- E siamo orgogliosi di legarci al ‘Malatino’ che, siamo certi, piacera’ a tutti”. Il ”Malatino” nasce dall’omonimo progetto di Beppe Dati che racchiude un libro di testi delle canzoni dello stesso autore, e simpatiche illustrazioni di Silvano Campeggi e un cd che raccoglie le dodici canzoni dello spettacolo. 
A portare in scena il punto di vista dei piccoli malati, a dare voce alle loro esperienze e paure, saranno, ancora una volta, i ragazzi della scuola Nijinsky insieme ai bravissimi cantanti in erba. Lo spettacolo, destinato a tutta la famiglia, sara’ un momento di divertimento, comunione e sentimento firmato da un autore, Beppe Dati, che negli ultimi anni ha fatto proprio il linguaggio dei bambini e dei ragazzi, facendo volare attraverso la musica, la loro richiesta di attenzione. ”Sara’ uno spettacolo per tutta la famiglia, piace anche agli adulti perche’ va a toccare i nodi tipici del rapporto genitori-figli – aggiunge l’autore Beppe Dati – Nello stesso tempo vuol essere un gioco di parole e note che permetta ai bambini stessi di elaborare un difficile momento della vita”. Ed e’ proprio ai bambini in ospedale che si rivolge l’aspetto benefico dell’evento voluto dai soci dello Studio A.i.p.; le offerte raccolte durante la serata saranno infatti devolute a favore dell’A.g.b.a.l.t., l’Associazione Genitori per la cura e l’assistenza ai Bambini affetti da Leucemia o Tumore, che ha gia’ iniziato i lavori di costruzione di una struttura ricettiva destinata ad accogliere i bambini malati e le loro famiglie durante il periodo delle terapie mediche.


Articoli Correlati