Teleradiologia, Pascale collegato con Roma e Milano

NAPOLI – Fare un esame radiologico al Pascale ed avere il referto non solo dei radiologi, degli oncologi e chirurghi del polo oncologico napoletano, ma anche il parere dei medici del Regina Elena di Roma e dell?Istituto nazionale tumori di Milano. E? operativa da un paio di giorni la Teleradiologia della ?Fondazione Pascale?. Coordinata dal dottor Alfredo Siani, la teleradiologia e? stata realizzata con il contributo del conto capitale 2006 del Ministero della Salute. Tramite la banda larga Garr attualmente la Radiologia del Pascale e? in rete con la Radiologia dell?ospedale Regina Elena di Roma, nei prossimi giorni sara? collegata con quella dell?Istituto nazionale tumori di Milano, ed in futuro con tutti gli altri Irccs, consentendo lo scambio di immagini. ?La teleradiologia ci offre la possibilita? di condividere le immagini diagnostiche con altri medici per decidere insieme diagnosi e cura – spiega Alfredo Siani -. La gara si e? conclusa da appena una decina di giorni e siamo gia? collegati con Roma, tempo qualche giorno e avremo anche il collegamento con Milano. L?obiettivo e? quello di creare una rete, la teleradiologia, interna alla futura rete oncologica nazionale?. ?E? un bene che i tre maggiori poli oncologi italiani siano collegati in rete tra loro – ha commentato Giovanni Zotta, direttore generale del dipartimento dell?Innovazione del Ministero della Salute -. E? necessario pero? valorizzarli ulteriormente collegandoli anche con gli altri istituti presenti sul territorio. In Piemonte, Emilia Romagna e da un po? di tempo anche in Lazio, esiste la rete oncologica regionale, il Pascale dovra? essere al centro della rete regionale della Campania perche? centro di riferimento. Tutte insieme le reti regionali dovranno formare la rete nazionale?. ?La rete oncologica – ha commentato Mario Luigi Santangelo – puo? contribuire ad evitare i viaggi della speranza verso le altre regioni?.


Articoli Correlati