Terapia del dolore con oppiacei al Meyer di Firenze

FIRENZE – Mal di pancia da appendicite. Un dolore che all’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze si cura, dimezzandolo gia’ due ore dopo il ricovero. Questo consente ai bambini di arrivare all’intervento chirurgico senza soffrire e ai genitori che li accompagnano di affrontare con maggiore tranquillita’ i momenti che precedono l’operazione. E’ l’ultimo rilevante risultato raggiunto dal Servizio di Terapia del Dolore del complesso pediatrico fiorentino, tra le prime strutture pediatriche italiane a introdurre gia’ nel 1999 la somministrazione di oppiacei opportunamente dosati come buona pratica clinica e assistenziale. L’attivita’, che non e’ rimasta nell’alveo della teoria, ma si e’ concretizzata nella formazione degli operatori sull’uso della morfina in ambito pediatrico, ha permesso di allineare l’Ospedale agli standard europei. Non a caso gia’ nel 2000, quando e’ stato attivato il Servizio, il consumo di questo analgesico ha subito un incremento del 180%; e nell’ultimo triennio se ne e’ registrato un incremento costante, nel 2008 del 30% e nel 2009 del 50%, in controtendenza alla realta’ nazionale in cui il consumo di morfina e’ in diminuzione. In particolare in alcuni reparti tra cui il Pronto soccorso e l’Oncoematologia il consumo si e’ quasi decuplicato. La conoscenza degli oppiacei se da un lato ha fatto cadere i timori degli operatori verso questo farmaco, dall’altro e’ stato sostanziato dalla verifica puntuale della sua appropriatezza in ambito clinico. Sotto questo profilo, va ricordato infatti che dall’ottobre 2009 e’ in corso un’indagine con la Fondazione Alitti proprio su questo aspetto che coinvolge tutti i reparti del Meyer.


Articoli Correlati