Terminali multifunzione per bambini lungodegenti

BOLOGNA – ”Un prototipo da estendere a tutte le realta’ simili in Italia”. Con queste parole il ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta, con il presidente di Telecom Italia Gabriele Galateri di Genola, ha tenuto a battesimo nel reparto di Oncologia pediatrica dell’ospedale Sant’Orsola di Bologna il progetto ‘Smart Inclusion’, realizzato da Telecom Italia per il policlinico e la scuola media Irnerio di Bologna con la supervisione scientifica e progettuale del Cnr della citta’ emiliana. Installato con 16 unita’ per i bimbi malati che devono restare in ospedale molttempo, ‘Smart Inclusion’ e’ una piattaforma tecnologica sviluppata da Telecom per servizi di teledidattica, intrattenimento e gestione dei dati clinici. In poche parole, attraverso un terminale touch screen dotato di telecamera il bimbo per la parte scuola potra’ collegarsi con la classe e visualizzare l’insegnante, partecipando cosi’ alle lezioni. Per la parte intrattenimento potra’ accedere ai canali televisivi scegliendo i contenuti preferiti tra cartoni animati, film, sport e documentari. E Brunetta, dato che i bambini lamentavano l’impossibilita’ di vedere Disney Channel, ha fatto da mediatore chiamando Sky perche’ venisse risolto il problema. Per l’area clinica c’e’ la possibilita’ di richiamare sullo stesso terminale tutti i dati clinici e gli esami dei piccoli pazienti. ”E’ una giornata bellissima perche’ parla di sofferenza alleviata dalle tecnologie”, ha detto Galateri sottolineando come con questa piattaforma ci sia la possibilita’ di ”non sequestrare” per i bambini la possibilita’ di vivere ”una vita quasi normale in un momento difficile”. Questa tecnologia, ha spiegato, viaggia su cavi elettrici, non ha carattere di invasivita’ e puo’ essere ”replicata dove c’e’ bisogno, come case di riposo, altri ospedali, carceri”.


Articoli Correlati