Trapianti: midollo da Giappone a Pisa per salvare bimbo

PISA – Dal Giappone a Pisa in 26 ore per salvare un bimbo di 5 anni. E’ questo il viaggio che ha compiuto un midollo osseo prelevato in un ospedale di Tenri, nel Sud-Est del Paese del sol levante. Il prezioso carico e’ stato preso in consegna dal nucleo operativo della Protezione Civile che lo ha portato via aereo fino al Santa Chiara di Pisa dove il bimbo e’ ricoverato nel reparto di oncologia pediatrica. Il ‘postino’ d’eccellenza e’ stato Massimo Pieraccini, direttore del nucleo operativo della Protezione civile. ”Dopo essere stati allertati dal Santa Chiara attraverso il nostro circuito di logistica per i trapianti – spiega – sono partito alla volta del Giappone. Una volta prelevato il midollo, avrei dovuto rispettare tutti i tempi coordinati per rientrare e consegnarlo. Tutto e’ andato secondo i piani e oggi pomeriggio, dopo 26 ore esatte dal prelievo, la donazione era a Pisa”. Per arrivare in tempo Pieraccini ha volato su aerei di linea da Osaka a Roma, poi dalla capitale nella citta’ toscana dove, all’aeroporto, l’attendeva una vettura che l’ha portato al Santa Chiara con il prezioso carico.


Articoli Correlati