Trapianto tessuti salva fertilita? in bambini

ROMA – La sfida di riuscire a preservare la fertilita’ nei pazienti oncologici ancora troppo piccoli per produrre spermatozoi potrebbe essere vinta da una sperimentazione appena partita all’universita’ degli Studi di Palermo, in collaborazione alcuni centri americani. Del congelamento del tessuto testicolare, insieme con le altre innovazioni in questo campo, si e’ parlato oggi a Siracusa al congresso internazionale ”The future of Reproductive Medicine”.  ”Per i pazienti in eta’ prepuberale che ancora non producono spermatozoi e ovociti – spiega Ettore Cittadini, docente di Ginecologia e Ostetricia all’universita’ di Palermo e organizzatore del congresso – la ricerca sta facendo passi da gigante.puntando sul congelamento del tessuto testicolare nel bambino e di quello ovarico nell’adolescente. Questa seconda tecnica costituisce l’unica possibilita’ di preservazione della fertilita’ nelle bambine”. Questa seconda tecnica consiste nel prelievo del tessuto prima dell’inizio della terapia, che viene poi trapiantato dopo la guarigione. E’ gia’ stata sperimentata, e ha portato alla nascita di 8 bambini nel mondo. Per quanto riguarda i maschietti invece al momento esistono solo sperimentazioni su animali, in attesa di quella del centro siciliano. In questo caso il tessuto non viene ritrapiantato nel paziente per evitare il rischio che cellule tumorali residue tornino in circolazione, ma in un animale, in genere il maiale, che produce poi gli spermatozoi da usare nella fecondazione assistita.


Articoli Correlati