Tumori: a Mitelman il Nordic Prize, premio per la ricerca medica. Merito suo database digitale con 50mila casi.

ROMA – Felix Mitelman, docente di Genetica clinica all’Universita’ di Lund (Svezia) e della Scuola europea di Medicina genetica e’ il vincitore del ‘Nordic Prize’, il premio piu’ prestigioso nel campo della ricerca medica nei paesi Scandinavi. Dopo il Nobel per la medicina assegnato a Mario
Capecchi arriva, quindi, un altro importante riconoscimento internazionale al Centro universitario di Bertinoro e ad uno dei docenti della ventennale Scuola europea di Medicina genetica (Esgm), che ha a Bertinoro la suprincipale sede didattica. Il premio, che consiste in un milione di corone svedesi (corrispondenti a circa 100.000 euro) viene consegnato ogni anno
dalla Fondazione Erik K. Fernstr?m. Felix Mitelman e’ in questi giorni a Bertinoro per il corso di Molecular Cytogenetics and Dna Microarrays di cui e’ direttore assieme a Mariano Rocchi (Bari) e a Bryan Young (Londra). Alle lezioni, che svolge assieme ad altri nove colleghi partecipano 22 studenti europei, e altri 18 studenti che seguono in diretta via Internet dalla Spagna.
Mitelman ha svolto le sue ricerche sulle aberrazioni cromosomiche e i cambiamenti del Dna nei tumori solidi (come per esempio cancro al colon e cancro al seno). Tra i suoi progetti piu’ innovativi c’e’ l’archivio digitale che raccoglie informazioni sulla genetica di questi tumori. Il database, che raccoglie piu’ di 50.000 casi clinici, e’  accessibile gratuitamente da internet e viene visitato ogni giorno da centinaia di medici e ricercatori di ogni parte del mondo (http://cgap.nci.nih.gov/Chromosomes/Mitelman). Il vincitore del ‘Nordic Prize’ e’ autore di centinaia di pubblicazioni scientifiche, e’ stato inoltre il primo ad ipotizzare che non solo le leucemie, ma anche i tumori solidi siano causati da una fusione di geni.


Articoli Correlati