Tumori: AIEOP, 66[%] bimbi Abruzzo curati fuori regione

CHIETI – Il 66,4[%] dei bambini abruzzesi affetti da tumore si cura fuori regione: e? quanto emerge da dati dell?Associazione italiana di ematologia e oncologia  pediatrica (Aiep) secondo cui la mancanza in Abruzzo di un Centro di riferimento regionale per l?Oncologia Pediatrica costringe le famiglie a recarsi con i bambini presso centri distanti centinaia di chilometri dal luogo di residenza. Sempre secondo i dati dell?Aieop, circa il 40[%] si reca in strutture di Oncologia Pediatrica a Roma, il 30[%] a Bologna, la restante parte a Genova e a Milano. Per fare il punto sulla situazione delle ?Cure intensive per il bambino oncologico: stato dell?arte e prospettive?, la Clinica Pediatrica dell?Ospedale Policlinico di Chieti ha organizzato un convegno per domani – giovedi? 3 aprile 2008, dalle 8.30 alle 16.30 – presso l?Auditorium del Rettorato dell?Universita? di Chieti. ?E? sempre piu? forte la richiesta da parte delle famiglie e anche dei ragazzi con queste patologie – spiega il Direttore della Clinica Pediatrica di Chieti, il Professor Francesco Chiarelli – di avere una struttura vicina, nella quale possano curarsi adeguatamente. Nel piano strategico dell?Azienda sanitaria locale di Chieti e? gia? prevista l?attivazione di un servizio di Oncologia Pediatrica nell?ambito delle strutture della Clinica Pediatrica. L?obiettivo a medio termine e? di consentire anche a Chieti e all?Abruzzo di avere un punto di riferimento accreditato e riconosciuto dall?Aieop a livello nazionale, come gia? avviene per altre subspecialita? pediatriche all?interno della nostra Clinica: l?Allergologia  pediatrica, l?Auxoendocrinologia pediatrica, la Diabetologia pediatrica e la Reumatologia pediatrica?. Al convegno di domani parteciperanno docenti e relatori provenienti da tutta Italia. L?iniziativa e? organizzata in collaborazione con le associazioni di volontariato che si occupano dei bambini con tumore a Chieti, a Roma e a Lecce.


Articoli Correlati