Tumori: cervello, effetti radioterapia ?curati? da ginnastica

ROMA – La ginnastica bilancia i danni della radioterapia usata per curare tumori giovanili al cervello e potrebbe divenire una forma di riabilitazione per riacquistare nuove cellule cerebrali distrutte con la radio. E’ quanto lascia sperare uno studio pubblicato sulla rivista dell’Accademia Americana delle Scienze ‘PNAS’ e condotto da Klas Blomgren dell’Universita’ di Gothenburg, in Svezia, eseguito su topolini irradiati al cervello, simulando la radioterapia che si fa per tumori in quest’organo. L’esercizio fisico nei topolini induce la formazione di nuovi neuroni e cellule staminali nel cervello. Molti adolescenti colpiti da tumore al cervello vanno incontro dopo le cure a deficit cognitivi e mnemonici. Infatti la radioterapia danneggia anche le cellule cerebrali sane
lasciando il cervello impoverito di cellule staminali necessarie per formare nuovi neuroni. Gli esperti hanno riprodotto questa situazione su topolini e poi, dopo il ciclo di radioterapia, hanno sottoposto a ‘sessioni’ di esercizio fisico. Esaminate dopo alcuni giorni dall’allenamento, le capacita’ cognitive dei topolini sono aumentate. Nel loro cervello in seguito all’esercizio fisico si e’ sviluppato il 50[%] in piu’ di nuove cellule nervose rispetto ai topolini che non hanno fatto ginnastica. Quindi i danni cerebrali da radiazioni nei bambini potrebbero almeno in parte essere eliminati con l’esercizio fisico.


Articoli Correlati