Tumori: IEO, tecnologia cinese per eliminarli senza bisturi

MILANO – Eliminare il tumore senza bisturi, radiazioni o aghi: e? l?obiettivo della tecnologia cinese HIFU di cui l?Istituto Europeo di Oncologia (IEO) e? il Centro di sviluppo in occidente, avendo acquisito – unico centro clinico in Europa – una di queste macchine per sperimentarne l? applicazione alla terapia del carcinoma della mammella. Hifu somiglia un po? a una Tac, ma utilizza gli ultrasuoni.  Li focalizza in un punto preciso, sul tumore, generando calore ad altissima temperatura, tanto da bruciarne il tessuto e distruggerlo, mentre tutto l?intervento puo? essere controllato in diretta attraverso l?ecografia. ?E? una macchina – afferma Umberto Veronesi, direttore scientifico del Centro milanese – che potenzialmente e? in grado di distruggere i noduli tumorali senza alcun effetto collaterale sui tessuti circostanti?. In Asia e? stata gia? utilizzata da una quarantina di centri su 10 mila pazienti con tumori di grandi dimensioni al fegato, al rene, al pancreas. ?Noi – ha detto Veronesi – vogliamo provare la sua efficacia terapeutica sui tumori del seno?. All? IEO sono stati finora trattati con l?HIFU quattro pazienti prima di sottoporli alla terapia chirurgica tradizionale e controllarne quindi l?effetto. Questa ?prova di fattibilita? si protrarra? per un paio di mesi, fino a trattare una ventina di pazienti. E in base ai risultati se ne decidera? il tipo di utilizzo


Articoli Correlati