Tumori ‘iperveloci’ causati da ‘esplosione’ singola cellula

LONDRA – In almeno un caso su 40 i tumori sono
provocati da una ‘esplosione’ in una singola cellula, invece
che da eventi ripetuti negli anni. Lo afferma uno studio
pubblicato dalla rivista Cell, che spiega perche’ in alcuni
pazienti il cancro si sviluppa molto velocemente.
    I ricercatori del Wellcome Trust Sanger Institute di
Cambridge, in Gran Bretagna, hanno analizzato il Dna di 750
tumori di diversi tipi, scopr o che in alcuni casi il danno
cellulare avviene praticamente in una sola notte.
    ”Sembra che in almeno un caso su 40 un cromosoma di una
singola cellula letteralmente ‘esploda’, frammentandosi in
diversi pezzi – ha spiegato Peter Campbell, uno degli autori –
la cellula cerca di rimetterli insieme, ma il risultato e’
disastroso e favorisce lo sviluppo molto rapido del tumore”.
Secondo lo studio i piu’ soggetti a questo tipo di processo
sono i tumori delle ossa, dove avviene in un quarto dei casi.


Articoli Correlati