Tumori: nuovo progetto per recupero malati con lo sport

TORINO – Un progetto nazionale di recupero di pazienti oncologici che, con l’attivita’ sportiva, superano la fase attiva delle terapie. Il programma ”Sport e salute in oncologia”, che verra’ sviluppato in tre centri di Torino, Milano e Roma, sara’ presentato domani ell’anteprima del X Convegno nazionale della Sipo (Societa’ italiana di
psico-oncologia), che si apre a Torino.    Il convegno, che si svolge fino a sabato al centro congressi Torino Incontra, e’ presieduto dal professor Riccardo Torta, primario di psiconcologia dell’ospedale Molinette di Torino. ”Agendo su fattori come dieta e attivita’ fisica – spiega Torta – e’ possibile influenzare positivamente il recupero funzionale dei pazienti, dopo la fase della malattia e delle cure”.
   I vantaggi dell’attivita’ sportiva si manifestano gia’ durante la malattia. Ma il momento piu’ favorevole e’ quello che segue la fine del percorso terapeutico oncologico, quando il paziente vive il rapporto con il proprio corpo con preoccupazione e insicurezza, con conseguente riduzione della qualita’ della vita. A terapie oncologiche concluse, i soggetti che lo vorranno saranno indirizzati a un centro di medicina
dello sport e verra’ loro proposto un possibile progetto personalizzato di attivita’ sportiva. Da qui i soggetti saranno indirizzati a centri dove, sotto la guida di specialisti in scienze motorie e della riabilitazione, compiranno il loro ciclo di riabilitazione sportiva. Al termine di questo periodo, che prevede due sedute settimanali per 12 settimane, verra’ valutato il beneficio psico-fisico ottenuto e si stabilira’ un percorso
di mantenimento.


Articoli Correlati