Tumori oggi la giornata mondiale per la prevenzione da Uicc le cinque regole per allontanare il rischio di cancro

ROMA – Si celebra oggi la ‘Giornata mondiale contro i tumori’, promossa dall’Unione internazionale contro il cancro (Uicc). "Anche il cancro puo’ essere prevenuto" e’ lo slogan della campagna 2010, che e’ corredata da cinque semplici regole da mettere in atto per allontanare il rischio di insorgenza tumori. In primo luogo e’ necessario tenere sotto controllo il peso, aiutandosi con una alimentazione sana e un esercizio fisico costante. Banditi poi fumo, alcool e l’esposizione al sole, che deve essere moderata, per difendersi dalle infezioni che possono provocare il cancro. Secondo David Hill, presidente Uicc, "su 12 milioni di persone a cui ogni anno viene diagnosticato il cancro, circa il 20% dei casi puo’ essere attribuito a infezioni batteriche e virali che causano
direttamente o aumentano il rischio di contrarre questa malattia". Un dato, questo, che offre un ampio margine di intervento nel campo della prevenzione: "Il cancro causato da infezioni virali o batteriche- prosegue Hill- puo’ essere prevenuto attraverso strategie quali la vaccinazione e la modifica del proprio stile di vita, comportamenti prudenti e altre misure di controllo che potrebbero essere implementate in tutto il mondo". Misure che consentirebbero, sempre secondo le indicazioni Uicc, una riduzione dell’incidenza della patologia prossima al 40%. Appurato che il cancro non e’ un virus che puo’ contagiare le persone, esistono alcuni tipi di tumore che possono propagarsi a causa di infezioni virali. Uno degli esempi piu’ frequenti e’ il papilloma virus umano, che e’ causa del carcinoma della cervice uterina e che puo’ essere sconfitto grazie al vaccino Hpv. Esiste, pero’, una evidente disparita’ tra Paesi ad alto e basso reddito relativamente alla percentuale di incidenza del cancro collegato a infezioni (26% contro 8%) e all’accesso ai programmi di prevenzione, cure e assistenza. E’ dunque "compito dei responsabili delle politiche sanitarie di tutto il mondo- secondo Cary Adams, amministratore delegato Uicc- utilizzare questi vaccini per salvare vite umane ed istruire le proprie comunita’ su stili di vita e misure di controllo che riducono il rischio di cancro.


Articoli Correlati