Tumori: un farmaco per bloccare gli effetti avversi della chemio

MILANO – Il cancro non si combatte piu’ solo aggredendo il tumore con farmaci sempre piu’ mirati. Ma anche con terapie di supporto, che permettono ai pazienti di sopportare meglio gli effetti collaterali della chemioterapia e della radioterapia, primo su tutti la nausea e lo stimolo al vomito. Ne ha parlato oggi a Milano Vito Lorusso, direttore dell’ Unita’ di oncologia medica dell’Ospedale di Lecce, in una conferenza dedicata alle nuove terapie anti-cancro.
Tra queste ultime, ha spiegato Lorusso, una delle terapie anti-vomito piu’ efficaci si basa sulla molecola ‘palonosetron cloridrato’, approvata gia’ due anni fa dall’agenzia americana del farmaco (Fda), e ammessa da meno di un anno anche dall’ente regolatorio europeo (Emea) e dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa). ”Questo farmaco – ha detto Lorusso – e’ in grado, con una singola somministrazione mezz’ora prima della chemio-radioterapia, di prevenire completamente la nausea e il vomito nell’80[%] dei pazienti, anche se associati a chemioterapia altamente emetogena” (cioe’ fortemente associata al vomito).
”Tutto questo – ha concluso – come confermano pure gli studi clinici controllati, consente ai pazienti in trattamento di mantenere una normale dieta adeguata, evitando cosi’ sia il dimagrimento e il deperimento, sia la conseguente debilitazione anche emotiva”. 


Articoli Correlati