Tv, a "Complotti" gli intrighi dell’industria farmaceutica

ROMA – Nella quinta puntata di "Complotti" – il nuovo programma condotto da Giuseppe
Cruciani in onda su La7 domani martedi’ 30 giugno alle 23.30 – due casi controversi che riguardano il mondo della sanita’: il caso Di Bella e la cura anti cancro somministrata dal medico modenese, e lo scandalo Aifa (Agenzia Italiana per il Farmaco). Il programma, basato su un format originale, tenta di ricostruire alcune tra le storie piu’ intricate degli ultimi dieci anni, offrendone interpretazioni inedite. Con interviste e contributi filmati e d’archivio si indaga su storie e  personaggi controversi del nostro passato recente, alla ricerca di verita’ non dette. Nella prima parte di Complotti la storia di Luigi Di Bella, il medico modenese salito alla ribalta delle cronache nazionali e internazionali per la sua cura contro il cancro. Il metodo Di Bella, dopo aver spaccatl’opinione pubblica in sostenitori e detrattori, fu sottoposto a sperimentazione da parte del Ministero della Salute che ne sanci’ l’inefficacia. Si trattava davvero di una cura che dava false speranze? La sperimentazione della multiterapia fu seguita correttamente o boicottata su pressioni delle multinazionali farmaceutiche? A seguire, il caso Aifa, incentrato sulla discussa rimozione di Nello Martini dalla guida dell’Agenzia Italiana per il Farmaco e il ruolo delle lobby farmaceutiche in Italia. Interverranno: Giuseppe Di Bella, figlio del professor Di Bella, l’ex Ministro della Sanita’ Rosy Bindi e Daniela Minerva, autrice del libro La fiera della Sanita’. "Complotti" e’ un programma di Michele Astori, Stefano Di Gioacchino e Giuseppe Cruciani. Condotto da Giuseppe Cruciani. Regia di Claudio Bozzatello. Prodotto da Wilder


Articoli Correlati