UE finanzia programma ricerca tumori al Gaslini

ROMA – Un gruppo di ricercatori guidati dalla Foundation of Research & Technology Hellas (Forth) di Atene, in collaborazione con il dottor Mirco Ponzoni dell’Istituto Giannina Gaslini di Genova, ha ricevuto un importante finanziamento di 12 milioni di euro dalla Commissione Europea, nell’ambito del settimo Framework Program, finalizzato ad aumentare la conoscenza del ruolo dell’infiammazione cronica nel cancro. Il programma di ricerca- denominato Infla-Care- integra le capacita’ e le esperienze dei ricercatori di 21 istituzioni in Europa e Israele e sara’ supportato dalla Comunita’ europea per 4 anni. Questo programma portera’ allo sviluppo di nuovi approcci per il trattamento di tumori associati all’infiammazione quali il cancro del colon, del fegato e del polmone. Il dottor Aristides Eliopoulos coordinatore del programma Infla-Care ha cosi’ commentato l’importante riconoscimento ricevuto: "I ricercatori dell’Infla-Care sono entusiasti di aver ricevuto un finanziamento cosi’ elevato dalla Comunita’ Europea. Questo progetto ci fornira’ un’opportunita’ unica per unire conoscenze ed esperienze di esperti mondiali di medicina, biotecnologie, biologia del cancro, che lavoreranno insieme con lo scopo di migliorare le conoscenze disponibili sullo sviluppo dei tumori. L’obiettivo finale del progetto sara’ tradurre gli avanzamenti scientifici, fatti in laboratorio, in  trattamenti innovativi, che ci permetteranno di catturare il cancro e trattarlo a stadi molto precoci. Abbiamo la speranza di fare la differenza nella prevenzione e nel trattamento  di  queste patologie tumorali". L’Unita’ di terapie sperimentali dell’Istituto Gaslini, diretta dal dottor Mirco Ponzoni, unica in Italia a partecipare ad  Infla-Care, e’ stata selezionata dal comitato europeo coordinatore, grazie alle capacita’ tecnologiche applicate alla medicina, sviluppate nell’ultimo decennio. L’Unita’ e’ infatti detentrice di alcuni brevetti internazionali per il "bersagliamento cellulare" mediato da formulazioni   liposomiali anti-tumorali. In particolare, i ricercatori del Gaslini si occuperanno della messa a punto di innovativi sistemi di somministrazione di farmaci anti-tumorali, mirati direttamente alle cellule tumorali ed alle cellule del microambiente  tumorale, responsabili dell’infiammazione cronica nel cancro.


Articoli Correlati