Un progetto per scovare tutti i geni legati a cancri pediatrici

ROMA – I ‘geni del male’, quelli che si accaniscono sui piu’ piccoli e indifesi provocando tumori pediatrici, saranno schedati grazie a un maxi-progetto di ricerca Usa che permettera’ di tracciare l”atlante dei geni del cancro dei bambini?, che servira’ a rivoluzionare le cure per i piccoli pazienti oncologici rendendole piu’ mirate e con meno effetti collaterali. Secondo quanto reso noto dal suo coordinatore Larry Shapiro alla Reuters, il progetto vedra’ affiancati l’ospedale pediatrico St. Jude Children’s Research Hospital a Memphis e la Washington University School of Medicine di St. Louis, e sara’ finanziato quasi completamente da privati. Il progetto, che ricalca analoghi studi sulla genetica dei tumori degli adulti eseguiti nel mondo negli ultimi anni, offre sviluppi promettenti per la cura dei tumori pediatrici, perche’ la genetica del cancro dei bambini, molto diversa da quella dei tumori adulti, finora non era mai stata indagata in un lavoro di cosi’ grossa portata, anche perche’ i tumori pediatrici sono malattie rare e per scrivere una mappa completa dei geni alla base di queste neoplasie serve arruolare molti bambini. I ricercatori che lavoreranno all”atlante’ genetico dei tumori infantili hanno gia’ raccolto moltissimi campioni di tessuti da analizzare alla ricerca di geni del cancro. Il Dna dei tessuti malati sara’ confrontato col Dna di cellule sane per scovare i geni del cancro. Per la realizzazione di questo progetto e’ previsto un costo di 65 milioni di dollari per tre anni, e si partira’ con 600 piccoli pazienti. I tumori pediatrici colpiscono ogni anno 6 bimbi (0-14 anni) per milione; annualmente in Italia sono circa 1.600 i nuovi casi di tumori pediatrici attesi: tra le varie forme che colpiscono piu’ spesso i bimbi ci sono le leucemie e i tumori cerebrali. Altri tumori che colpiscono i bimbi sono il rabdomiosarcoma, che corrisponde al 4% del totale dei casi ed e’ un tumore del tessuto connettivo che colpisce la muscolatura, e il neuroblastoma che invece costituisce l’8-10% di tutti i tumori pediatrici ed e’ un tumore del sistema nervoso autonomo. I geni responsabili dei tumori dei bimbi sono diversi da quelli che causano il cancro nell’adulto. Ecco perche’, come si sta gia’ facendo coi tumori piu’ diffusi nell’adulto, l’idea e’ quella di scrivere una mappa di tutti i geni malati che sono legati al cancro dei bimbi; quindi questo progetto di ricerca permettera’ di comprendere meglio quali sono i difetti genetici che accendono la miccia del tumore nei bimbi. In questo modo anche per loro ci saranno cure sempre piu’ mirate (o addirittura personalizzate) e quindi con meno effetti collaterali, un sogno per i piccoli pazienti per i quali gli effetti a lungo termine delle terapie sono ancora molto significativi e possono peggiorare la loro qualita’ di vita anche a molti anni dalla guarigione.


Articoli Correlati