Vivere nella natura un toccasana per i bimbi malati

SOLIDARIET?. Cerca aiuto finanziario un’iniziativa di rilievo sociale Fine settimana di attivit? all’aperto in Toscana: l’idea di Dynamo Camp per i piccoli affetti da patologie gravi o croniche, che ritrovano il sorriso e l’autostima. Arrivano da Verona, da Vicenza, da Brescia, da ogni parte d’Italia, sono affetti da patologie gravi o croniche. Per loro e per i loro genitori c’? ora la possibilit?, completamente gratuita e senza spese, di un momento di recupero e di speranza, affidando i bambini e ragazzi dai 7 ai 17 anni a una struttura filantropica che opera d’intesa con gli ospedali di tutto il Nordest e della Lombardia. Questi bambini (in Italia sono più di 10.000 i minori affetti da patologie gravi o croniche) sono sottoposti a terapie spesso invasive e di lunga durata, che li costringono a trascorrere molto tempo in ospedale. La condizione della malattia li porta, quindi, non solo ad affrontare la paura, la stanchezza e tutti gli effetti correlati alle terapie, ma spesso vincola notevolmente anche la loro socializzazione con i coetanei. Di conseguenza questi piccoli rischiano fortemente di perdere la serenit?, la spensieratezza e l’allegria proprie della fanciullezza. ESPERIENZA La fondazione Dynamo Camp ? una meravigliosa tenuta in Toscana ? rappresenta quindi l’opportunit?, per questi bambini, di trascorrere un periodo di svago in un ambiente protetto, in cui la massima sicurezza ? garantita da un’assistenza medica di eccellenza e dalla costante supervisione di personale qualificato. Al Dynamo Camp i bambini possono sviluppare le proprie capacit? sperimentando un gran numero di attivit?, sia creative che a contatto con la natura, beneficiando dei vantaggi derivanti dal trovarsi in un’oasi affiliata Wwf. Qui possono condividere momenti indimenticabili con ragazzi che hanno vissuto esperienze simili alle loro. Collaborando e divertendosi insieme traggono supporto l’uno dall’altro, e questo contribuisce a rafforzare la fiducia in se stessi, necessaria anche a sostenerli dopo il rientro a casa e durante il proseguimento delle cure. Dall’anno del debutto, il 2007, Dynamo Camp ha accolto bambini affetti da patologie oncologiche ed ematologiche e, nel futuro, allargher? l’offerta anche ad altre patologie. Dall’estate 2010 tra le patologie accolte vi saranno anche le patologie neuromotorie. Dynamo organizza anche fine settimana per le famiglie, durante i quali i bambini sono ospitati assieme ai loro genitori e ai fratellini sani. Durante questi week end, oltre agli oncoematologici, sono accolti anche bambini affetti da altre patologie quali la spina bifida. Al Dynamo Camp i bambini hanno la possibilit? di socializzare in un ambiente protetto e l’opportunit? di conoscere e sperimentare importanti strumenti per affrontare meglio la propria vita, focalizzandosi su ci? che ? nelle loro possibilit? e non sulle privazioni causate dalla propria condizione di salute. Dynamo Camp offre inoltre, in modo totalmente gratuito, a centinaia di genitori e famiglie un sostegno psicologico e pratico nell’affrontare le problematiche conseguenti alle malattie dei propri bambini e un supporto nell’impegno a farli sentire vivi. SOLIDARIET? L’associazione Dynamo Camp Onlus persegue esclusivamente finalit? di solidarietà sociale e opera, senza fini di lucro, nel settore dell’assistenza sociale e sociosanitaria. L’Associazione ? stata fondata nel 2007 da Fondazione Dynamo, fondazione di venture philantrophy nata nel 2003 da un’idea dell’imprenditore Vincenzo Manes, che ne ? il presidente. A livello operativo, l’associazione ? guidata da Maria Serena Porcari, vicepresidente dell’Associazione Dynamo Camp Onlus e consigliere delegato della Fondazione Dynamo. Dal 2007 al 2009 i bambini ospitati sono passati da 60 a 500. Ed ora Dinamo accoglie le candidature per l’estate 2010. ?Offrire una esperienza di fanciullezza che sia il più possibile non limitata dagli effetti della malattia; cercare di normalizzare l’esperienza di gestire una malattia grave o cronica nella fanciullezza; fornire un ambiente fisico sicuro; creare una esperienza emozionale caratterizzata dallo svago, divertente, facilitante e di sfida?: questo l’obiettivo, ci spiega Serena Porcari, vicepresidente di Dinamo Camp. Dynamo Camp ? l’unica realt? italiana che fa parte dei campi della famiglia ?Hole in the Wall Camps?, pensati da Paul Newman. Attualmente esistono 11 campi nel mondo avviati e in pieno funzionamento. L’associazione Dynamo Camp Onlus ha ottenuto certificazioni relativamente alla qualit? di tipo organizzativo, gestionale, medico, di gestione progetto, di ospitalit?, di qualit? del cibo, di qualit? degli ambienti, di qualit? del servizio. COLLABORAZIONE Forte la collaborazione con le realt? ospedaliere, a Verona Dinamo collabora con l’unit? di oncoematologia pediatrica del policlinico Giovan Battista Rossi e con l’Abeo (Associazione bambino emopatico ed oncologico). A Vicenza Dinamo ospita bambini segnalati dal Centro per lo studio delle malattie emorragiche e trombotiche, dipartimento di Ematologia, ospedale San Bortolo. A Brescia Dynamo Camp lavora con la clinica pediatrica oncoematologia dell’Ospedale dei bambini e con l’Abe (Associazione bambino emopatico). I bisogni finanziari di Dynamo, una struttura che costa ogni anno milioni di euro, sono enormi, per questo l’associazione chiede aiuto a fondazioni bancarie, istituti di credito, aziende e privati per sostenere il suo generoso sforzo umanitario. Per avere maggiori informazioni su Dynamo Camp: www.dynamocamp.org; info@dynamocamp.org. (Ferruccio Pinotti)


Articoli Correlati